Famiglia-ricomposta

Ricomposizione familiare: il lutto necessario della separazione…

Pubblicato da Pascal Anger

La ricomposizione familiare è una tappa importante per tutti i genitori separati, una fase di transizione che fa emergere delle difficoltà e che comporta delle trasformazioni. Questo periodo frenetico richiede apertura, accettazione ed è molto stressante. È quindi necessario che gli ex coniugi piangano la perdita della precedente unione.

Dalla rottura della famiglia alla riorganizzazione di un nuovo sistema familiare

Stiamo passando dalla rottura della famiglia alla riorganizzazione di un sistema intorno a due persone che si separano.

Tuttavia, queste due persone non vivono il divorzio allo stesso modo e non vedono la separazione allo stesso modo. Hanno anche prospettive diverse e talvolta divergenti, ma una riorganizzazione è necessaria.

Come accettare e far accettare all’altro questo cambiamento?

I confronti possono essere vissuti come degli sforzi per uscire dall’impasse e riconciliare i bisogni individuali, coniugali e familiari. Ma ci sono delle volte che questo genera malintesi e persino della sofferenza.

Il lutto assume una forma diversa a seconda del coinvolgimento nello scenario della separazione.
Differenza secondo il modo in cui la coppia si lascia: chi si prende (e accetta) la responsabilità di cosa?
È vissuto come un fallimento? Come un tradimento? Come un’usura? È un sentimento condiviso?
Le risposte date a queste diverse domande ci permetteranno di venirne fuori con più o meno successo o più o meno rapidamente.

Chi se ne va spesso crede di infrangere una regola, mentre chi viene abbandonato la vive come una violenza e non sente la legittimità dell’abbandono dell’altro.

Ognuno ha bisogno di essere riconosciuto nelle sue aspettative e nella sua sofferenza

Ognuno ha bisogno di essere riconosciuto nelle sue aspettative e nella sua sofferenza per poter superare la pressione che circonda la separazione.

Smorzare il conflitto e riorganizzare la genitorialità in due luoghi non è sempre facile. E per una buona ragione, riconoscere i sentimenti di ogni persona e cancellare l’asimmetria che è evidente al momento della separazione.

Elaborare il lutto per il bene dei propri figli

Infine, il lutto è necessario per il benessere dei figli.

Accettare di non essere tutto per i vostri figli, ammettere che l’altro genitore (e se necessario il nuovo coniuge) può anche avere un ruolo da svolgere nella loro vita…

Raggiungere questo obiettivo richiede spesso un lungo viaggio. Tuttavia, è sempre possibile sedersi intorno a un tavolo con un terzo neutrale (un mediatore familiare o uno psicoterapeuta specializzato).

Potete anche decidere inizialmente di farvi aiutare da soli per vedere più chiaramente nella vostra storia e sentirvi meglio attrezzati per affrontare il “Dopo”…

Articoli consigliati

Co-organizzazione nella vita quotidiana: consigli e trucchi per genitori separati

19 Luglio 2021

Cos’è la co-organizzazione? Quella parola che tutti ti ripetono in continuazione da quando ti sei separato/a? Beh, secondo il dizionario […]

Leggi l'articolo

Affido congiunto: i dieci comandamenti!

01 Giugno 2021

Qualunque sia il ritmo dell’affido congiunto, i genitori separati non hanno ancora trovato una ricetta miracolosa!  Tuttavia, anche se tutti […]

Leggi l'articolo

Essere quotidianamente mamma acquisita, la testimonianza di Ingrid

26 Maggio 2021

Ingrid Plotegher è la mamma acquisita di due ragazzi in affido congiunto. In settimana indossa contemporaneamente le vesti di insegnante […]

Leggi l'articolo

Mi interessa:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime novità di Share(d) specialmente pensate per i genitori!

Iscriviti alla newsletter di Share(d) per ricevere le ultime novità specialmente pensate per i genitori!

Ritrova la nostra comunità di genitori sui tuoi social network