zaino-blu-scuola

Mamma, dov’è il mio quaderno di geografia?

Pubblicato da Camille Hecker, Source d'Interieurs

Camille-Hecker-home-organizer-konmari

Una scrivania ordinata per un rientro a scuola senza problemi: tutti i consigli di Camille Hecker, consulente certificato KonMari®.

 tavolino-legno-con-lampada
Crediti©: Atelier du Petit Parc

Settembre è qui e l’inizio del nuovo anno scolastico è arrivato!

Un periodo spesso carico emotivamente e mentalmente per tutta la famiglia. L’eccitazione, l’apprensione, le cose in giro, quelle che non si riesce più a trovare: ti dice niente?

Ecco alcuni consigli per organizzare la scrivania e lo zaino dei tuoi figli. Il risultato è più serenità in casa, più spazio e tempo da dedicare alle attività che contano per te.

Quando organizzi gli spazi dei tuoi figli, ricorda che sono loro che li usano. Coinvolgili nel processo, rendi questo adeguamento un’esperienza piacevole. Proponi, scambia e rimani aperto/a alle reazioni dei tuoi figli.

Un posto per ogni cosa ed ogni cosa al suo posto [1] Una regola semplice e preziosa per organizzare i diversi spazi della casa.

Tieni anche presente una cosa essenziale: S E M P L I C I T À

  • I contenitori devono essere semplici da usare, gli oggetti facilmente accessibili, con il minimo sforzo.
  • Troppo è peggio che poco[2] meno cose ci sono, più facile sarà organizzare e riordinare. Il disordine è causato dall’eccesso di possesso.

Spazi delimitati 

Se la scrivania di tuo figlio è nella sua camera, riserva uno spazio per il lavoro che sia separato da quello per il riposo o dall’area per il gioco.

L’obiettivo è quello di permettere a tuo figlio di essere pienamente immerso in quello che fa, a seconda dello spazio in cui si trova. Il motivo per cui è alla sua scrivania è che così può concentrarsi e lavorarci. Quando è nel o sul suo letto, è per rilassarsi, per riposare. Nel suo spazio di giochi, è lì per divertirsi. 

Sulla scrivania

La parola chiave: un MINIMO di cose.

Idealmente:

scrivania-metallo-legno
Crediti©: Cyrillus
  • Un contenitore con le penne e le matite che usa di più e che ama.
  • Se usa matite e pennarelli, preferite dei vasi per disporli in verticale
  • Un computer
  • Uno o due oggetti decorativi che gli piacciono e che lo ispirano
  • Una fonte di luce piacevole, adatta al lavoro: evitiamo luci bianche troppo aggressive e luci troppo calde che non illuminano nulla.
  • E questo è tutto!

Una scrivania disordinata ostacola il lavoro e la concentrazione: gli oggetti ammassati distraggono l’attenzione ed incoraggiano la procrastinazione.

L’obiettivo è quello di mantenere la scrivania libera e ordinata quando tuo figlio si sistema e che lo sia di nuovo quando ha finito e passa ad un’altra attività. Tuo figlio ottiene il materiale di cui ha bisogno in quel momento. E mette via quello che ha usato quando ha finito.

organizzatori-scrivania-rosa-arancione
Crediti©: Mettere tutto in ordine

Nel cassetto della scrivania: dei piccoli contenitori per tenere in ordine gli oggetti ed evitare che si spostino nel cassetto ogni volta che lo si apre.

Stabilite un posto per ogni oggetto.

Raggruppate gli oggetti della stessa categoria e disponeteli in piccoli contenitori dedicati:

5-contenitori-metallo-ufficio
Crediti©: Mettere tutto in ordine
  • cavi e caricabatterie
  • la gomma (o le gomme)
  • il nastro adesivo e la colla
  • i punti per la cucitrice
  • le graffette
  • le penne aggiuntive
  • i correttori
  • i post-it
  • e così via

Tutto deve essere visibile e accessibile in 2 o 3 gesti al massimo. Aprire il cassetto conta come un gesto!  

Se la scrivania di tuo figlio non ha un cassetto, metti degli scomparti, dei cestini e dei contenitori appropriati su uno scaffale. Il tutto consiste nel raggruppare gli oggetti, assegnare loro un posto specifico e contenerli in piccole scatole.

Sulle mensole

L’avete capito: un posto per ogni cosa ed ogni cosa al suo posto.

Disponi le cose in verticale e raggruppa gli oggetti della stessa categoria.

Raccogli i libri di testo e usa i reggilibri se necessario.

tieni-libri-bianco-con-galline
Crediti©: Mettere tutto in ordine

I libri avranno uno spazio dedicato e saranno conservati in verticale. Impilare i libri rende necessario sollevare la pila ogni volta che si vuole prenderne uno e dà un’impressione di pesantezza.

raccoglitore-quaderni-giallo
Crediti©: Mettere tutto in ordine

Disponi i raccoglitori insieme con un’etichetta sul bordo per riconoscerne il contenuto a colpo d’occhio. Per i quaderni, opta per dei portariviste e sistemali in verticale così da poterli prendere facilmente.  

Nella cartella 

Incoraggia tuo figlio a svuotare ogni sera la cartella. Hai letto bene! Può sembrare noioso, ma questo rituale ha molte virtù. È un modo per tuo figlio di rendersi conto che è rientrato a casa, di rallentare. È anche un modo per buttare via le carte e i fazzoletti usati che finiscono inevitabilmente sul fondo della cartella. Infine, è un modo per prepararsi per il giorno dopo e per essere sicuri che porterà quello che gli serve nella cartella, né più né meno.

cestini-ordine-rettangolari-rafia
Crediti©: Mettere tutto in ordine
cestino-rafia
Crediti©: Mettere tutto in ordine

Per fare questo, metti un contenitore, come un cestino o una scatola, nella sua stanza, vicino al suo spazio di lavoro. La sera, quando torna a casa, potrà mettere i suoi quaderni e libri sullo scaffale, prendere i piccoli oggetti dalla cartella e metterli nel cestino: il suo abbonamento ai mezzi di trasporto, il cellulare, il portafoglio, un pacchetto di fazzoletti. La mattina dopo, potrà scegliere facilmente cosa mettere nella cartella secondo la giornata che lo aspetta.

La chiave per organizzare la cartella: usare dei contenitori per evitare che gli oggetti non abbiano più un posto fisso e vaghino sul fondo.

astuccio-hema
Crediti©: Hema

Per il caricatore del telefono e gli auricolari, puoi usare una tasca con cerniera con un design e colori che piaceranno a tuo figlio.

Il piccolo snack avrà anche un sacchetto ermetico per tenerlo al fresco ed evitare le briciole nella cartella.

In sintesi:

  • Rendi le cose il più semplice possibile in modo che tuo figlio debba fare il minor sforzo possibile ogni giorno per organizzare e gestire le sue cose.
  • Stabilisci un posto per ogni cosa: ogni oggetto deve avere una posizione specifica, deve essere visibile ed accessibile.
  • La scrivania deve essere tenuta pulita ed ordinata
  • Preferisci una sistemazione verticale

E ricorda: se vuoi che tuo figlio metta in ordine le sue cose e si diverta a farlo, metti in ordine letue! Tu sei il modello e non puoi pretendere da tuo figlio qualcosa che non applichi a te stesso.


[1] Maria Montessori

[2] Dominique Loreau, L’arte della semplicità

Articoli consigliati

Come fare incontri duraturi online?

02 Giugno 2021

Gli incontri online sono diventati più democratici. Qualche anno fa, parlare di incontri su internet era un tabù. Gli iscritti […]

Leggi l'articolo

Le sette peggiori frasi a cui i genitori separati non hanno possibilità di sfuggire

02 Giugno 2021

Dalla tua bocca o da quella dei tuoi figli, la domanda non è sapere se, ma QUANDO sentirai o pronuncerai […]

Leggi l'articolo

Divorzio: Conciliare casa e lavoro

02 Giugno 2021

A volte, dopo una separazione coniugale è difficile trovare il ritmo giusto per stare al passo con tutto: cura dei […]

Leggi l'articolo

Mi interessa:

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime novità di Share(d) specialmente pensate per i genitori!

Iscriviti alla newsletter di Share(d) per ricevere le ultime novità specialmente pensate per i genitori!

Ritrova la nostra comunità di genitori sui tuoi social network